.

giannicuperlo.it

Il sito di Gianni Cuperlo, responsabile comunicazione politica dei Democratici di Sinistra

Rss | Cerca
SEMINARIO SULLA LAICITA’ SABATO 23 FEBBRAIO A ROMA

Pubblicato il 1 febbraio 2008Non assegnata

Sulla crisi di governo, come voi seguo gli sviluppi. Mi pare che il sentiero sia davvero stretto ma vedremo. Continuo a credere che votare con questa legge elettorale sia un azzardo per tutti ma soprattutto per il Paese. E però il mondo non si ferma.

Il nostro appello sui temi della laicità e sulla cultura politica del PD ha superato le 800 adesioni. Mi pare la conferma di un bisogno di discutere e riflettere su materie che non possiamo schiacciare nella cronaca di giornata o nella bagarre politico-parlamentare.

La data del seminario, ve lo confermo, è sabato 23 febbraio allo spazio congressi Roma Eventi che si trova alle spalle di Piazza di Spagna, in Via Alibert 5a (ma su tutti gli aspetti logistici , sugli orari e programmi pubblicherò le indicazioni precise con tanto di piantina per i forestieri). Le adesioni e le presenze annunciate mi sembrano davvero di grandissima qualità. Non vi anticipo dei nomi per non far torto a nessuno ma spero che la giornata possa arricchire chi parlerà e chi ascolterà. Conto sul fatto che, nonostante i tempi gravi, sarete in molti a venire.

Per iscriversi al seminario - abbiamo bisogno di prevedere con qualche ragionevole certezza il numero di partecipanti - basta mandare una mail di conferma all’indirizzo info@laicitaecivismo.it.

Buone cose.



permalink | inviato da giannicuperlo il 1/2/2008 alle 13:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (82) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
TRE NOMI PER LA LEADERSHIP

Pubblicato il 3 maggio 2007Non assegnata

Kakà. Seedorf. Gilardino. E ho detto tutto.



permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 8:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (597) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
CONGRESSO DS

Pubblicato il 21 marzo 2007Non assegnata

Domani pomeriggio vado a presentare la mozione Fassino alla Sezione romana della Garbatella (via Passino, 26). Per la mozione Mussi ci sarà Mussi (quella è anche la sua sezione). Prima però voteremo la fiducia sul decreto Bersani. Non ho ancora scritto che sono stato (come tutti) molto felice della liberazione di Daniele Mastrogiacomo. Ma anche molto orgoglioso (come molti) del lavoro del governo e del nostro Ministro degli Esteri. Buona cena.



permalink | inviato da il 21/3/2007 alle 20:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (76) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
APPUNTAMENTO A ROMA

Pubblicato il 8 marzo 2007Non assegnata

Goffredo Bettini mi ha invitato a questa iniziativa:

PARTITO DEMOCRATICO: UNA NECESSITA' UNA SPERANZA
Lunedì 12 marzo 2007 ore 17.30 - Teatro Eliseo Via Nazionale, 183 - Roma

Presiede
Nicola Zingaretti

Introduce
Goffredo Bettini

Partecipano
Sergio Cofferati, Gianni Cuperlo, Carlo Freccero, Piero Marrazzo, Giovanna Melandri

Conclude Piero Fassino




permalink | inviato da il 8/3/2007 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (135) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
APPUNTAMENTO A FIRENZE

Pubblicato il 21 febbraio 2007Non assegnata

Venerdì pomeriggio sarò a Firenze.

La cultura e i valori del nuovo partito

Federico Gelli
Vicepresidente giunta Regione Toscana
Filippo Fossati
Presidente nazionale UISP
Andrea Manciulli
Segretario DS Toscana

Partecipano: Ciro Becchimanzi, Enrico Casini, Franco Ceccuzzi, Fabio Incatasciato, Patrizio Mecacci, Michele Morrocchi, Mauro Perini, Fabrizio Ronchi, Camilla Senquerin, Simone Siliani, Benedetta Squittieri.

Venerdì 23 febbraio, ore 16.30 Circolo Vie Nuove, Viale Giannotti, 13 Firenze




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
APPUNTAMENTO A RAVENNA

Pubblicato il 2 febbraio 2007Non assegnata

Questo post è in onore di simo.

I GIOVANI E LA POLITICA,
DALLA INCOMUNICABILITA' ALLA RESPONSABILITA'

Luca Gorgolini (Storico - Università di Bologna)
La gioventù, l'impegno, la politica

Paolo Zurla (Sociologo - Università di Bologna)
Immagine dei giovani del nostro tempo

Gianni Cuperlo
Una politica che guarda al futuro

Lunedì 5 febbraio ore 18.00
Sala "Porta Adriana", via Maggiore 71, Ravenna




permalink | inviato da il 2/2/2007 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
INCONTRO BLOGGER TRIESTINI

Pubblicato il 14 dicembre 2006Non assegnata

Dopo la prima volta romana provo a ripetere l'esperienza nella mia città.

Per tutti coloro che volessero partecipare, blogger e non, l'appuntamento è a Trieste sabato 16 dicembre alle 14.30 in via Donota al terzo piano del civico n.1.

A sabato.



permalink | inviato da il 14/12/2006 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
APPUNTAMENTO A FIRENZE

Pubblicato il 12 ottobre 2006Non assegnata

Il mio collega Michele Ventura mi ha invitato a partecipare all’iniziativa:

LA LEGGE FINANZIARIA E LO SVILUPPO DELL’ITALIA
NEL CAMBIAMENTO E NELL’EQUITA’
Venerdì 13 ottobre ore 21.00
Circolo Vie Nuove, viale Donato Giannotti 13-15, Firenze




permalink | inviato da il 12/10/2006 alle 10:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
APPUNTAMENTO A TRIESTE

Pubblicato il 4 ottobre 2006Non assegnata

La Federazione dei DS di Trieste e il Gruppo consiliare regionale DS organizza un incontro pubblico sul tema

I DIRITTI DELLA PERSONA:
UN VALORE E UNA PRIORITA’ PER I RIFORMISTI
Lunedì 9 ottobre 2006 - ore 18.00 Sala Vulcania della Stazione Marittima di Trieste

Introduce: Fabio Omero, segretario DS di Trieste
Intervengono: Paolo Cendon, docente universitario
Tamara Blažina, consigliere regionale
Renata Brovedani, presidente Commissione pari opportunità
Giovanni Damiani, architetto

Io concluderò l'incontro




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook
DOMANDE

Pubblicato il 25 settembre 2006Non assegnata

penso che il consiglio dei ministri di venerdì abbia affrontato almeno due questioni di grande impatto sul paese: la riorganizzazione del ministero dello sviluppo economico (Bersani) e il provvediemento sulla semplificazione della pubblica amministrazione (Niccolais). cercherò di tornare su entrambe con qualche commento. ma il post di oggi è su altro. siccome il tema è davvero delicatissimo, mi scuso in anticipo per l'uso di parole o formule che potrebbero apparire sbrigative. vi assicuro che non lo sono nelle intenzioni, essendo consapevole della difficoltà a trattare argomenti di questa natura. dunque, a mio parere le dichiarazioni del capo dello Stato dopo l'appello di Piergiorgio Welby sono state sagge, equilibrate, persino doverose. nell'appello affinché si realizzi una discussione di merito sulla questione drammatica dell'eutanasia c'è la presa d'atto che l'argomento esiste e riguarda la vita (o meglio la sopravvivenza fisica) di persone costrette in una condizione di sofferenza irreversibile e private in molti casi della dignità stessa che accompagna l'esistenza di ciascuno di noi. credo, al pari di molti, che sia assurdo recintare il problema nella griglia delle appartenenze (a un partito, una coalizione, una maggioranza). ma penso anche che non sia irragionevole la scelta di affrontare una riflessione di merito sul significato ultimo dell'appello di tanti malati. qualcuno ritiene che aprire in questo modo la discussione sull'eutanasia potrebbe produrre l'effetto di rallentare l'iter, nei fatti già avviato, di una legge "saggia e umana" sul testamento biologico. spero sinceramente di no. da un lato perché nel programma dell'Unione è scritto con relativa chiarezza che ci si vuole muovere verso quell'obiettivo. dall'altro perché - come spiega bene Stefano Rodotà - esite già una indicazione in tal senso nella convenzione di Oviedo sui diritti della persona malata. se non ricordo male all'articolo 9 di quel testo è specificato come il medico, all'atto di una decisione in merito a un malato non più in grado di esprimersi, deve tenere conto della volontà precedentemente espressa dal paziente. in altre parole, se consideriamo la sfera delle regole esistenti in un'ottica sovranazionale (alla convenzione di Oviedo, del resto, l'Italia ha aderito sottoscrivendo quel documento) il punto non è "se" sia legittimo approvare anche da noi una legislazione sul testamento biologico, ma "quale" tipo di legge vada approvata in coerenza con gli indirizzi già fissati da una o più direttive comunitarie e internazionali. tornando alle parole di Napolitano, penso sarebbe un limite (cultruale in primo luogo) reagire preventivamente con una posizione di rifiuto al confronto. ci sono temi difficili, magari come in questo caso più che difficili, rispetto ai quali la politica non può scansare di lato. poi non è detto che sia possibile approdare a una soluzione largamente condivisa, ma ciò non dovrebbe impedire di ricercare quella soluzione con uno sforzo doveroso nei confronti del paese e di quelle persone che attendono come Piergiorgio Welby un segno di attenzione e rispetto. chiedo a me stesso e a voi; perché negarlo?



permalink | inviato da il 25/9/2006 alle 14:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


Segnala su Facebook

Segnalazioni


Per ripartire

Biografia:

Sono nato a Trieste il 3 settembre 1961. E a Trieste ho vissuto più o meno fino alla fine degli studi universitari... continua

Toscana

Friuli Venezia Giulia

Collegamenti:

Ultimo audio:

Par condicio?
Storia e futuro della politica in televisione

di Gianni Cuperlo, Donzelli Editore, Collana Interventi

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

Ricevi gli aggiornamenti di questo blog via email.